Acqua microfiltrata per ristoranti. Acqua Alma e Coop. Eta Beta.
  • Acqua microfiltrata per ristoranti: Cooperativa Eta Beta

    Intervista a Joan Crous Ramio

6 Aprile 2020

Joan Crous Ramio, artista spagnolo, cresce in Catalogna e successivamente si trasferisce in Italia dove lavora ormai da 26 anni, da quando la sua famiglia fonda a Bologna la realtà sempre più grande e strutturata della Cooperativa Sociale Eta Beta.

Ad oggi conta 30 dipendenti, l’80% dei quali sono persone reinserite in società, obbiettivo cardine di Joan e di sua moglie, la psicologa Giovanna Bubbico, che si occupa degli aspetti assistenziali.

“Siamo una cooperativa onlus di tipo misto A e B che nasce nel 1992 sotto forma di Associazione tra artisti, impegnati nella ricerca e nella sperimentazione di materiali, con un’attenzione particolare al sociale”, spiega Joan. “Convinti che il pluralismo e la diversità siano una risorsa, nel corso degli anni abbiamo ascoltato e raccolto i bisogni delle persone e degli enti pubblici, insieme abbiamo esplorato strade alternative per individuare percorsi socio – riabilitativi, di formazione e avviamento al lavoro, oltre che di collocamento all’interno e all’esterno della cooperativa”.

 

Quella di Eta Beta è una missione multipla: da un lato si lavora per regalare una nuova vita, dall’altro vi è una continua ricerca in ambito enogastronomico. Tutto ciò si ritrova nei prodotti serviti nell’elegante Bar ricavato dall’antica stalla, che conserva tuttora l’architettura originale con soffitti a volta, colonne e mangiatoie, e nel Ristorante dove si svolgono corsi di formazione, cene a 4 mani che vedono coinvolti chef stellati di varie nazionalità, e dove si può assistere ad interessanti incontri a tema dell’alimentazione in chiave terapeutica ed emotiva.

 

“La nostra è una cucina naturale,” – racconta Joan. “Ci piace parlare di km monastico, perché quello che viene servito proviene dal nostro spazio, che definiamo anche monastero per la sua essenza spirituale.” All’interno delle mura della onlus troviamo gli orti, nei quali crescono i legumi e i cereali che vengono serviti direttamente in tavola. In loco avviene anche la lavorazione e trasformazione di alcune materie prime, che diventano gustose marmellate, creme ed essenze.

Joan Crous spiega, infatti, come stiano avviando anche la produzione e l’estrazione a freddo di oli utilizzati successivamente per la creazione di acque profumate.

“Stiamo sviluppando una delle innovazioni più attuali nel settore dell’alta ristorazione, la creazione di una carta delle acque. Era essenziale trovare una realtà che ci fornisse un’ottima base per questo progetto, sia dal punto di vista del sapore che dei valori trasmessi.” Acqua microfiltrata per ristoranti, bar e locali, una soluzione pratica e sostenibile che sta cambiando il mondo. Che sia liscia o gassata, con Acqua Alma servire l’acqua significa offrire un’idratazione consapevole nel rispetto dell’ambiente e dell’alta qualità delle proprietà inalterate dell’acqua. . Un consumo di acqua da bere a impatto zero, riducendo il ricorso alla plastica e favorendo il riuso di bottiglie e contenitori, attraverso soluzioni più equilibrate come anche l’installazione di erogatori di acqua di rete filtrata che incentiva una gestione corretta dell’acqua.

 

L’eticità che Acqua Alma promuove è di fatto la stessa che regge la cooperativa di Joan di diminuire l’inquinamento prodotto dal trasporto; ideologia strettamente legata anche all’ impiego di materie prime locali. Ormai è diventato di priorità attuare una conversione culturale dei consumi, per riportare anche il cibo e l’acqua alla loro migliore natura come materie rispettate, controllate, a km zero, senza sprechi e con un comune vantaggio per il consumatore finale, per il ristoratore e per l’ambiente.

 

Il suo occhio artistico lo porta, inoltre, a reinventare l’estetica delle bottiglie in vetro messe a disposizione dal brand, che troviamo personalizzate con una raffinata satinatura.

Si può dire che Eta Beta racchiuda in sé tante storie, e che tutto all’intero di questo spazio racconta gli avvenimenti che l’hanno fatto nascere e crescere, dagli arredi creati con le risorse della cooperativa alle persone che la abitano.

 

Uno splendido esempio di realtà sostenibile, della quale Acqua Alma è orgogliosa di far parte e che costituisce un traguardo professionale unico. Un progetto raggiunto per una cooperativa rivoluzionaria che, perseguendo costantemente il valore della qualità, è diventato simbolo della sostenibilità in tutto il mondo e che ha contribuito a promuovere la vera economia circolare.