• TAVOLA ROTONDA SUL NUOVO STUDIO ‘SMART HOME 5.0

    È stato presentato il nuovo Studio a cura del Gruppo Celli e The European House-Ambrosetti sui benefici dell’installazione di erogatori di acqua di rete in tutti gli edifici residenziali italiani

7 Ottobre 2021

Nella mattinata di giovedì 7 ottobre, presso Palazzo Albani a Milano, si è tenuta la Tavola Rotonda Smart Home 5.0 per presentare ufficialmente il nuovo Studio realizzato da The European House – Ambrosetti insieme al Gruppo Celli.

Il Position Paper, dal titolo “Smart Home 5.0. Quali ricadute economiche, sociali e ambientali dell’installazione di erogatori di acqua di rete negli edifici residenziali italiani”, illustra i principali risultati sul contributo e il valore dell’efficientamento idrico degli edifici e le ricadute in termini di sostenibilità economica, sociale e ambientale, derivanti dall’installazione di erogatori di acqua di rete negli edifici residenziali.
Una concezione totalmente diversa rispetto al modello tradizionale. L’obiettivo è generare una società dell’informazione che pone al centro il benessere dei suoi cittadini e in grado di integrare i dati, le informazioni e le tecnologie più all’avanguardia per generare valore pubblico sostenibile e condiviso.

Alla presentazione, guidata da Valerio De Molli, Managing Partner e Amministratore Delegato, The European House – Ambrosetti e Mauro Gallavotti, Amministratore Delegato Celli Group, è seguita una tavola rotonda di confronto sul tema, a cui hanno partecipato: Federica Daga (Membro, Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici, Movimento 5 Stelle, Camera dei Deputati) con un intervento sulla gestione della risorsa idrica in Italia nei lavori parlamentari; Veronica Manfredi (Director Quality of Life, DG Environment, European Commission) che ha parlato della visione europea; Andrea Minutolo (Responsabile scientifico Legambiente) con un intervento sugli impatti ambientali della gestione dell’acqua; Maurizio Monteverdi (CEO Morning Capital), Francesco Burrelli (Presidente Nazionale ANACI), Fabrizio Capaccioli (Vice Presidente Green Building Council), Anna Milella (Head of Residential, Italy Lendlease) e Pietro Bairati (Development Project Manager MIND) che si sono confrontati sulle dinamiche sul tema nel settore del real estate e delle costruzioni; Enrico Boerci (CEO Brianzacque), Stefano Cetti (Direttore Generale MM Spa), Paolo Mazzucchelli (Presidente Alfa Varese), Daniela Santori (ANBI, Associazione Nazionali Bonifiche Irrigazioni) e Tullio Montagnoli (Amministratore Delegato A2A Ciclo Idrico) che hanno dato il punto di vista di gestori e imprese; infine, Nicola Cerino (Direzione generale per gli incentivi alla imprese del Ministero dello Sviluppo Economico) e Antonio Villano (Responsabile Nazionale del Settore Energia – ASSOCONFAM).

Come affermato nello Studio, è arrivato il momento di convertire le città in società ‘smart’ interconnesse tra loro e dar vita a uno spazio urbano reattivo e funzionale. Una conversione che deve iniziare prima di tutto dal proprio contesto quotidiano, facendo affidamento su strumenti che possono portare un sostanziale miglioramento in termini di sostenibilità, utilizzo dopo utilizzo.
Proprio come gli erogatori di acqua di rete microfiltrata progettati e prodotti da Celli Group, soluzioni sostenibili per un’acqua da bere sempre buona e sicura, riconosciuti come elementi chiave della nuova “Smart Home 5.0”.

Smart home 5.0: la tua casa intelligente e sostenibile


La Smart home 5.0 è una casa attiva e connessa che sfrutta fonti di energia sostenibili e integra tutti i suoi dispositivi digitali per promuovere un utilizzo consapevole della risorsa idrica, riducendo il consumo di acqua e valorizzando l’acqua di rete.

Questo, fa degli erogatori di acqua di rete come quelli progettati e prodotti da Cosmetal, azienda di Celli Group, un elemento indispensabile per una Smart Home 5.0. Dispenser con tecnologie sempre più all’avanguardia che permettono un consumo più responsabile dell’acqua.

In un Paese fortemente idrovoro come l’Italia questo è fondamentale, essendo il 2° Paese in Europa per prelievi di acqua ad uso potabile (153 m3 annui pro-capite, il doppio della media europea) e il 1° Paese al mondo per consumi di acqua minerale in bottiglia, con 8 miliardi di bottiglie di plastica consumate ogni anno, di cui solo un terzo riciclabile.

Per valutare le ricadute economiche, sociali e ambientali derivanti dall’installazione di erogatori di acqua di rete nei condomini italiani, The European House – Ambrosetti ha realizzato un modello econometrico a “geometria variabile”, che stima i benefici per singolo individuo, per famiglia e per condominio (con diversi cluster dimensionali, dai piccoli condomini da 5/8 abitazioni).
I risultati ottenuti indicano che installare un erogatore acqua in tutti i condomini italiani comporterebbe un risparmio annuo di 966 milioni di Euro per il Paese.

I benefici degli erogatori di acqua di rete microfiltrata


Gli erogatori di acqua di rete consentono di generare significativi benefici dal punto di vista della sostenibilità ambientale. Basti pensare alla riduzione dei rifiuti in plastica generata da un minor utilizzo di bottiglie d’acqua minerale (138.000 tonnellate di plastica in meno in Italia, pari al 7% del totale), alla conseguente riduzione del costo di gestione dei rifiuti (con un risparmio di quasi 50 milioni di Euro, pari alla spesa annua delle famiglie italiane per la raccolta delle acque di scarico) e alla riduzione dell’impatto ambientale legato al ciclo di vita delle bottiglie di acqua minerale (1 milione di tonnellate di C02 equivalente evitate, il 3% di tutte le emissioni industriali italiane, con un risparmio economico di 228 milioni di Euro).

Se esiste quindi un progetto capace di sviluppare una visione positiva dell’Italia, è senza dubbio quello di Sviluppo Sostenibile trattato nello Studio Smart Home 5.0, riconvertendo le nostre città e gli edifici che le compongono.

Partendo da questa riflessione sulla rivoluzione della società in ottica digitale, lo Studio ha ricavato 10 messaggi chiave essenziali:

    1. L’acqua è (e sarà sempre di più) una risorsa scarsa e strategica;
    2. L’Italia è il 1° Paese al mondo per consumo di acqua in bottiglia, nonostante la qualità dell’acqua di rete sia tra le migliori d’Europa;
    3. È ora di una Società 5.0, dove porre al centro il benessere dell’essere umano sfruttando le tecnologie più avanzate;
    4. Partire dai singoli territori fino ai singoli edifici residenziali, ripensandoli in ottica smart home;
    5. Un erogatore di acqua di rete nella propria casa porta benefici economici, sociali e ambientali significativi, e permette di raggiungere l’efficientamento idrico;
    6. L’installazione di erogatori di acqua di rete in tutti i condomini italiani può generare un risparmio economico di circa 1 miliardo di euro;
    7. La produzione di erogatori d’acqua genera un impatto rilevante sull’occupazione e sugli investimenti, grazie all’attivazione di filiere di fornitura e subfornitura;
    8. L’installazione degli erogatori in tutti i condomini italiani consentirebbe la riduzione dei rifiuti di plastica, dei costi di gestione dei rifiuti e dell’impatto ambientale complessivo (carbon, water ed ecological footprint);
    9. I dispenser di acqua di rete impattano su 11 dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite e su 45 dei rispettivi 169 target;
    10. Servono fondi (ad oggi totalmente assenti) per favorire interventi di efficientamento idrico negli edifici, sia a livello europeo che nazionale.

“Attualmente il 95% di consumi di bevande nel mondo avviene attraverso il single use pack, in bottiglia o lattina. Questa modalità non è più sostenibile, in particolare se parliamo di acqua. L’impatto ambientale del consumo di bevande in bottiglia è fino a 300 volte superiore a quello che può avvenire attraverso sistemi di erogazione – commenta Mauro Gallavotti, CEO di Celli Group. È necessario un cambio di paradigma che preveda un modello e una cultura di consumo più responsabili, lavorando su due fronti: da un lato sull’innovazione, per offrire soluzioni di erogazione avanzate come la gamma di erogatori digitali, smart e connessi che si integrano perfettamente nei concetti di smart home, green building e smart city, sviluppati dal Gruppo Celli sia per le abitazioni sia per i condomini; dall’altro sulle evidenze, promuovendo studi sulla sostenibilità e su come sia possibile cambiare l’attuale sistema”.

“È in quest’ambito che – prosegue Gallavotti – con orgoglio presentiamo oggi ‘Smart Home 5.0’. Grazie all’approccio scientifico e alle rigorose metodologie di The European House-Ambrosetti, lo studio riesce a misurare quantitativamente le ricadute economiche, sociali e ambientali dell’installazione di erogatori di acqua di rete negli edifici residenziali italiani, supportando così quella che può diventare una vera e propria rivoluzione dei consumi, con ampie ricadute positive sulla sostenibilità”.

“Se esiste un progetto in grado di sviluppare una visione positiva dell’Italia, è senza dubbio lo Sviluppo Sostenibile, partendo proprio dalla riconversione delle nostre città e del parco immobiliare italiano in ottica smart” – commenta Valerio De Molli, Managing Partner e CEO di The European House – Ambrosetti. “Pensare allo sviluppo sostenibile è fondamentale in un Paese fortemente idrovoro come l’Italia, al 2° posto in Europa per prelievi di acqua ad uso potabile e 1° Paese al mondo per consumi di acqua minerale in bottiglia.”

Oggi è diventato sempre più importante per l’industria contribuire all’equilibrio tra i bisogni dei consumatori e la sostenibilità dei mezzi di consumo di cui dispongono, spesso legati al contenitore monouso.

Il Gruppo Celli contribuisce concretamente alle esigenze dei consumatori con una gamma completa di soluzioni per l’erogazione d’acqua sostenibili e digitali, aiutandoli a compiere un cambiamento radicale in ogni contesto quotidiano: in casa, ufficio e fuori casa.

Guarda qui il video della Tavola Rotonda ‘Smart Home 5.0’

Leggi l’articolo su Horeca news

Leggi l’articolo su Italia Informa

Leggi l’articolo su Watergas

Leggi l’articolo su Vending news